Il Cratere dell’Aurora al Museo Archeologico dell'Agro falisco

Civita Castellana, Museo Archeologico dell'Agro Falisco - Forte Sangallo - Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale

20 settembre - 10 ottobre, 2014 - mostra

Cratere dell'Aurora
In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, sabato 20 settembre 2014 anche il Forte Sangallo di Civita Castellana con le eccezionali collezioni del Museo archeologico dell'Agro Falisco resterà aperto gratuitamente fino alle 24,00, con una ricca proposta di iniziative. Due le visite guidate: alle 21,00 alla mostra Eracle tra i Falisci. Il sogno dell'immortalità, e alle 22,30 La signora della casa. Spose e madri nell'agro falisco, entrambe ospitate al primo piano del Forte.

Dalle 21,00 alle 22,00, nelle sale del Museo, i bambini fino a dieci anni saranno coinvolti in una caccia al tesoro che prevede la "scoperta" di figure di animali rappresentati sugli antichi oggetti esposti nelle vetrine. Al "vincitore" verrà regalato un DVD con un cartoon sulle imprese di Eracle.

Ma l'evento eccezionale della serata è rappresentato dalla mostra "Dischiudi le porte al giorno, o dea dell'Aurora". Grazie all'ormai consolidata collaborazione tra la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale e l'amministrazione comunale di Civita Castellana, il pubblico avrà l'opportunità di ammirare fino al 10 ottobre il Cratere dell'Aurora, esposto da sempre nel Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia. L'iniziativa si inserisce nel programma delle manifestazioni della "Stagione della cultura CiviTONICA 2014".

Per la prima volta in mostra nel luogo della sua scoperta, avvenuta in una delle più importanti necropoli di Falerii, l'odierna Civita Castellana, alla fine dell'800, il Cratere, realizzato tra il 360 ed il 340 a.C., è opera di uno dei pittori più rappresentativi delle produzioni ceramiche locali del IV secolo a.C.. Sul lato principale è la raffigurazione che dà il titolo alla esposizione: la dea Aurora è rappresentata con il suo amato Kephalos su una quadriga che dal mare vola verso il cielo. Sul lato opposto del vaso è rappresentato il rapimento della ninfa Teti da parte di Peleo.

L'inaugurazione della mostra è fissata alle 17,30 di venerdì 19 settembre, nella "Sala dell'Accoglienza" del Forte Sangallo.

Le visite guidate e la caccia al tesoro andranno prenotate inviando una mail: nunzia.fatone@beniculturali.it e saranno disponibili fino ad esaurimento posti.

Documenti da scaricare