Presentazione del volume "CIVITA CASTELLANA E IL SUO TERRITORIO. Ricognizioni archeologiche e archivistiche"

Civita Castellana, Museo Archeologico dell'Agro Falisco - Forte Sangallo - Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale

12 settembre, 2013 - Eventi

invito 12settembre2013

Alla fine del 1800 Civita Castellana - l'antica Falerii - fu teatro di una intensa attività di ricerca sul campo: il territorio fu percorso in lungo e in largo dagli archeologi dell'epoca per la realizzazione della "Carta Archeologica d'Italia", progetto ambizioso di largo respiro che non vide mai la conclusione. Nello stesso tempo furono avviate le estese campagne di scavo alle quali si devono i ricchi corredi funerari e le splendide terrecotte architettoniche dei numerosi templi cittadini.

Gli anni '50 del secolo scorso videro un rinnovato interesse per il territorio falisco da parte della British School at Rome e l'impegno di nomi gloriosi dell'archeologia inglese.

Il volume che viene presentato si pone sulla scia delle ricerche precedenti, proponendosi di mettere a disposizione, anche dei cittadini, nuovi dati e, nello spirito di allora, di affiancarli ai risultati degli scavi condotti nell'ultimo venticinquennio.

Una grande quantità di note, appunti, disegni della fine dell' 800 e dei primi del ‘900, sparsi in diversi archivi, contribuiscono ad arricchire il quadro, soprattutto per quei settori del territorio oggi completamente trasformati.

Al Direttore della British School at Rome, Christopher Smith, è affidato il compito di presentare il volume, che, promosso dall'Amministrazione Comunale e pubblicato da Officina Edizioni, ha visto la partecipazione di numerosi studiosi.

Documenti da scaricare