...del tuo pellegrinare.... NATALE A VEIO

Veio

18 Dicembre, 2013 - Eventi

Veio – Area archeologica del santuario di Portonacciovisita Veio


18 DICEMBRE 2013

10,00 – 13,00


…. del tuo pellegrinare …..


Visite guidate a cura della Soprintendenza


La dea Latona è raffigurata in una delle tante statue che decoravano, alla fine del VI sec. a.C., il tetto del tempio etrusco del santuario di Veio a Portonaccio.
La statua di Latona è conservata nel Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, insieme al celebre gruppo di Apollo e Eracle e alle altre statue e decorazioni architettoniche provenienti dal santuario.
Attraverso questi capolavori dell’arte di plasmare l’argilla per cui gli Etruschi, ed in particolare i maestri veienti, erano famosi nel mondo antico, la narrazione del mito greco giunge fino a noi.

Latona reca in braccio il piccolo Apollo, suo figlio, rappresentato nell’atto di uccidere con una freccia il serpente Pitone, che aveva terrorizzato la madre, amata e resa incinta da Zeus. A causa di Pitone, inviatole contro dalla furiosa e gelosa Hera, moglie di Zeus, Latona era stata costretta a pellegrinare di terra in terra per trovare un luogo dove partorire, finché aveva ottenuto ospitalità nell'isola di Delo dove aveva dato alla luce i due gemelli, gli dei Apollo e Artemide.

In questo periodo natalizio il pensiero corre ad un’altra Donna, Maria, che da Nazareth, per il censimento ordinato dall'imperatore Augusto, deve incamminarsi verso Betlemme, il luogo di origine del marito Giuseppe. E possiamo immaginare la loro ricerca affannosa di un luogo dove far nascere il Bambino perchè “mentre si trovavano in quel luogo, si compirono per lei i giorni del parto e diede alla luce il suo figlio primogenito, lo avvolse in fasce e lo depose in una mangiatoia, perché non c'era posto per loro nell'albergo” (Vangelo di Luca, 2,6-7).


Veio, area archeologica
Via Riserva di Campetti (Isola Farnese – Roma)
Tel. 06.30890116
Info 06.3226571; laura.derme@beniculturali.it
Ingresso: 2 €; ridotto 1 €