Gli amori di Apollo

Veio - Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale

14 Febbraio, 2014 - Eventi

Gli amori di Apollo

14 febbraio 2014

San Valentino

Gli amori di Apoll

Visite guidate a cura della Soprintendenza
(10,00 – 13,00)



"Apollo l'ama, e abbraccia la pianta come se fosse il corpo della ninfa; ne bacia i rami, ma l'albero sembra ribellarsi a quei baci. Allora il dio deluso così le dice:"Poichè tu non puoi essere mia sposa, sarai almeno l'albero mio: di te sempre, o lauro, saranno ornati i miei capelli, la mia cetra, la mia faretra".

Così termina nelle Metamorfosi di Ovidio l’episodio di Apollo e Dafne. E’ certamente l’amore più famoso del dio Apollo, magnificato dal celebre gruppo scultoreo di Gian Lorenzo Bernini.
Ma le storie d’amore attribuite dal mito ad Apollo, lo “splendente”, sono tantissime e nel giorno di San Valentino le racconteremo nella cornice del santuario di Veio, dove la statua di Apollo, insieme a quelle della madre Latona, di Eracle e di Hermes, si innalzava sul tetto del tempio etrusco.

L’appuntamento è a partire dalle ore 10 fino alle ore 13 all’ingresso dell’area archeologica di Veio.

Veio, area archeologica
Via Riserva di Campetti (Isola Farnese – Roma)
Tel. 06.30890116
Info 06.3226571 -  laura.derme@beniculturali.it
Ingresso: 2 €; ridotto 1 €