VITERBO - Demetra in Grecia, Etruria e Roma: storie dal mito e dal culto

Viterbo, Museo Archeologico Nazionale - Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale, Università della Tuscia

12 aprile, ore 17.00, 2014 - conferenze

 

 Simona Carosi

Viterbo: conferenza Demetra

 

L'antichissimo culto greco di Demetra e di sua figlia Kore è incentrato su un sistema mitico molto particolare che ha per protagonista la madre, dea dei cereali e delle norme civili, la quale attraverso la ciclica scomparsa agli Inferi e ricomparsa sulla Terra della figlia, garantisce agli uomini l'alternanza delle stagioni e dei cicli vitali.

La figura di Demetra, nota in Etruria almeno dal VI sec. a.C. grazie alle raffigurazioni su alcuni vasi attici, sviluppa successivamente il proprio culto in area tirrenica, sulla scorta di una sovrapposizione/assimilazione con divinità locali, note per lo più attraverso iscrizioni e materiali votivi provenienti da santuari.

Un viaggio attraverso il culto permetterà di scoprire similitudini e differenze nelle manifestazioni rituali, molto vicine alle esigenze universali dell'uomo.

sba-em.comunicazione@beniculturali.it